Sui Principi del Bello

Autore: Bruno Bauer. A cura di Douglas Moggach e Gabriele Schimmenti

Seleziona formato


ISBN: 978-88-31919-88-3

In questo testo giovanile del 1829 con il quale vinse il Premio Reale Prussiano di filosofia, Bruno Bauer si interroga sul significato dell’arte e sul rapporto di questa con la religione e la filosofia, mediante un confronto serrato con la Critica del Giudizio di Kant e con il pensiero di Hegel, il quale, in qualità di commissario del premio, giudicò positivamente lo scritto. Temi quali l’emancipazione dell’autocoscienza attraverso la lotta, oppure la concezione della religione in quanto alienazione, sono presagiti in questo scritto, sebbene l’inflessione politica del pensiero di Bauer giunga a maturazione solo successivamente, a seguito dell’intensificazione degli antagonismi sociali nel Vormärz.
La squillante difesa dell’universalità, mantenuta vigorosamente fin dopo le sconfitte del 1848, è una chiamata alla libertà e alla realizzazione della ragione. L’unità di pensiero ed essere, di ragione e oggettività, è un processo e una meta che si realizza mediante avversità e contestazione. Come Bauer dichiara già nel suo manoscritto, l’arte è il suo araldo.

Pubblicato a dicembre 2018

N. di pagine: 162