Narrazioni in giallo e nero

A cura di: Lorella Martinelli, Elena Ricci

Seleziona formato


ISBN: 978-8831919-09-8

È innegabile che il giallo e il noir, in Italia come all’estero, stiano vivendo un periodo di straordinario consenso. Il poliziesco percorre territori e luoghi eterogenei e spesso marginali, si confronta con la storia e la memoria, rivela e denuncia i misfatti del potere. Negli ultimi decenni il polar è diventato il veicolo privilegiato per indagini diverse – storiche, sociali, esistenziali – nelle quali il crimine viene connotato culturalmente, riflettendo le scelte etiche individuali e della società in cui questo si compie. Il volume raccoglie i contributi di Brigitte Battel (sulla Trilogie marseillaise di Jean-Claude Izzo), di Alessandra Calanchi (su Arthur Conan Doyle e l'America), di Lorella Martinelli (sulla traduzione italiana del racconto Le Facteur fatal di Didier Daeninckx), di Laura Restuccia (sul poliziesco italo-americano tra la fine dell’Ottocento e gli anni Trenta del Novecento), di Elena Ricci (sul poliziesco etnico in Tony Hillerman e Moussa Konaté), di Francesca Ricci (sul romanzo di Gianrico Carofiglio, Le perfezioni provvisorie), di Giovanni Saverio Santangelo (sulla cronistoria socio-politica della narrativa poliziesca in Algeria), di Antonino Velez (sulla collana Segretissimo e i problemi di traduzione di alcuni scrittori francesi), di Claudio Vinti (sul ruolo del poliziesco nella produzione cinematografica di Jean-Luc Godard negli anni Sessanta).

Pubblicazione: marzo 2018

N. di pagine: 192