Il senso (del) comune

La radicalità del presente e il suo concetto

A cura di: Pietro Maltese, Danilo Mariscalco

Seleziona formato


ISBN: 978-88-5509-235-7


ISBN: 978-88-5509-236-4

La questione del comune ha informato tanto la filosofia contemporanea (Negri e i neo-operaisti, Esposito, Dardot e Laval, Agamben) quanto le pratiche politiche e culturali dei movimenti antagonisti più recenti. Una costante in queste differenti – talora concorrenti – letture e pratiche del comune può essere individuata nell’attenzione al tema della proprietà (o al contrario dell’improprietà) che investe i territori dell’economia, del diritto, della produzione di soggettività, nei quali entrano in contraddizione l’appropriazione privata della natura, da un lato, e la sottrazione (conflittuale) della vita alle logiche di accumulazione, dall’altro. Un’urgenza, quest’ultima, verso la quale i saggi contenuti nel presente volume sono orientati.

Pubblicazione: giugno 2021

Pagine: 212