Dai Vespri siciliani a strade sicure

A cura di: AA. VV.

Seleziona formato


ISBN: 978-88-5509-022-3


ISBN: 978-88-5509-025-4

I Vespri Siciliani furono un’operazione che ha impresso un cambio sostanziale nell’impiego della Forza Armata per la difesa interna del territorio. Nella tarda serata del 19 luglio 1992, i vertici dei Ministeri dell’Interno, della Difesa e della Giustizia concordarono il primo  violento colpo all’organizzazione mafiosa e ordinarono il trasferimento d’urgenza dei principali boss dall’Ucciardone ai penitenziari di massima sicurezza di Pianosa e di Marina del Tronto. A supporto delle attività delle Forze dell’Ordine, fu disposto ai “Lancieri di Aosta” e
al Genio militare il pattugliamento lungo il percorso fino all’aeroporto di Punta Raisi ed il presidio del carcere. Quattro giorni dopo, furono inviati i primi paracadutisti sull’isola. Da allora, l’Esercito è impegnato in operazioni analoghe, schierato a fianco dei cittadini per  tutelarne la sicurezza e le ragioni del diritto.
Oggi, con questo progetto, si sono voluti rafforzare la conoscenza, la consapevolezza e il sostegno dei cittadini a questa moderna forma di dual use, ovvero al duplice impiego dei militari, sia a difesa della Nazione da minacce esterne, sia in campo sul territorio nazionale; si è voluta promuovere l’immagine dell’Esercito quale parte integrante della società e risorsa preziosa per la Nazione, nella prospettiva che il militare sia, sempre più, riconosciuto come un cittadino in uniforme.

Pubblicato a maggio 2019

N. di pagine: 88